Museo de Arte del Banco de la República, Biblioteca Luis Ángel Arango, 2015

Bogotá – Colombia

 

SOBRE EL ERROR BOG OCT 2015 001

 

PAGINA COVERS

Mateo López, Nicolás Paris Vélez, Daniel Salamanca and Daniel Santiago Salguero are the minds behind the Bogotá-based “SOBRE EL ERROR / PASOLINI Y EL MUNDO MARGINAL” (ABOUT THE ERROR / PASOLINI AND THE THIRD WORLD) exhibition, which sees the public spaces of the Luis Ángel Arango Library adorned with original works. The works follow on from the art book, which gave life to the Tales-on platform. Running alongside this, at the Museo de Arte del Banco de la República, is a project featuring several literary works by Pier Paolo Pasolini, which provide the inspiration for the Error theme and allow for direct, intense contact with the public. The Italian poet and director always took a great interest in the third world away from the West, searching for that alternative ideal, so alien to the widespread bourgeois movement that surrounded him. His thoughts were constantly impeded – and in some cases manipulated – by the dominant reaction of that period, which saw the scientific practicing of the paradigm of the marginalisation of the Error, taken as dissent, via the construction of a dogmatic wall called positivist progress.
The courtyard of the Museo de Arte hosts an installation dreamt up by Marco Milan and made up of four sound “entrances”, juxtaposing the contemporary experiences of Colombian artists with the still-relevant work of Pasolini. On passing through each entrance, an audio track recites a passage taken from the Italian artist’s books. The same books are located at various resting points through the museum and indicated by totems, inviting the public to take a break and read a few pages during their visits, so that the works contaminate the “Museum” entity, leaving their traces in its functional spaces.
The project has always been based on contamination between visual and written arts, to generate territorial study across many levels of perception and research. The ideal location of the museum and the library – one in front of the other – promote this process of urban and architectural dialogue. The idea is that of conceptual interaction between the two buildings, with literature the guest of visual arts and works of art the guest of the library, thus creating an imaginary connecting line between the “About the Error” project and the conceptual and inspirational exploration of the works of Pasolini, transforming this into cultural action.
The intention of this reimagining of perspective is to spark reflection on the locations for and ways of making contemporary art today and attempt to bring about new routes, new possibilities for interaction with the public through works devised as filters and passages running parallel to the primary functions of the locations involved in the exhibition. Pasolini’s books, and indeed the other elements of the exhibition, will be donated to a Colombian foundation working to educate disadvantaged classes in the country, in line with the philanthropic and public-interest values at the heart of the initiative.

PAGINA COVERS
Mateo López, Nicolás Paris Vélez, Daniel Salamanca e Daniel Santiago Salguero, sono protagonisti dell’esibizione di Bogotá “SOBRE EL ERROR / PASOLINI ED IL MONDO TERZO” negli spazi pubblici della Biblioteca Luis Ángel Arango, ciascuno con un’opera inedita in continuità con quanto realizzato in precedenza per il libro d’artista che ha dato origine alla piattaforma Tales-on. A loro, nel Museo de Arte del Banco de la República, si affianca e dialoga il progetto che ha per protagoniste alcune opere letterarie di Pier Paolo Pasolini che sono all’origine dell’ispirazione del tema sull’Errore e che vengono collocate in un contesto di confronto diretto ed intenso con il pubblico. Il poeta e regista italiano ha guardato sempre con grande attenzione ai mondi terzi al di fuori dei confini occidentali per cercare in loro quell’ideale di alternativa alieno al dilagante progresso borghese a lui coevo. Il suo è stato un pensiero costantemente ostacolato ed in taluni casi manipolato dalla dominante reazione di quel periodo, che ha praticato in modo scientifico il paradigma della marginalizzazione dell’Errore, inteso come dissenso, attraverso la costruzione di un muro dogmatico chiamato progresso positivista.
Facendo dialogare le esperienze contemporanee degli artisti colombiani con l’opera tutt’ora attuale di Pasolini, il Museo de Arte ospita nel cortile un’installazione ideata da Marco Milan e costituita da 4 “ingressi” sonori. All’interno di ciascuno, una traccia audio riproduce la lettura di un brano originale scelto tra i libri del poeta italiano. Gli stessi libri oggetto degli estratti, sono anche collocati in diversi luoghi di sosta all’interno del Museo e segnalati con dei totem, invitando il pubblico alla sosta ed alla lettura durante le normali visite, al fine di generare un diverso contesto in cui l’opera contamina l’entità “Museo” attraverso le tracce lasciate nei suoi luoghi funzionali.
Il progetto sin dalla sua origine si basa proprio sulla contaminazione tra arti visive e scrittura per generare indagini territoriali e sociali su più piani di percezione e ricerca. La collocazione ideale di Museo e Biblioteca, uno di fronte all’altro favoriscono questo processo di dialogo urbano ed esperienza architettonica. L’idea è quella di un incrocio concettuale tra i due edifici, con la letteratura ospite delle arti visive e le opere d’arte ospitate nella biblioteca, connettendo così in una linea immaginaria il progetto “Sobre El Error” con l’elaborazione concettuale ed ispirativa dell’opera di Pasolini, che diventa essa stessa azione culturale.
In questo ribaltamento di prospettiva, l’intento è quello di indurre ad una riflessione sugli stessi luoghi e modi del fare arte contemporanea oggi, cercando di far emergere nuove vie e possibilità d’interazione con il pubblico per mezzo di lavori concepiti come filtri e passaggi paralleli alle funzioni primarie dei luoghi deputati all’esibizione. I libri di Pasolini, come pure i vari elementi dell’esposizione, alla fine dell’esibizione saranno donati ad una Fondazione in Colombia che si occupa di educazione delle classi meno rappresentate, ottemperando così alle finalità filantropiche e d’intervento pubblico che sono alla base dell’iniziativa.
 
 

SOBRE EL ERROR BOG OCT 2015 002SOBRE EL ERROR BOG OCT 2015 003SOBRE EL ERROR BOG OCT 2015 004SOBRE EL ERROR BOG OCT 2015 005SOBRE EL ERROR BOG OCT 2015 006SOBRE EL ERROR BOG OCT 2015 007SOBRE EL ERROR BOG OCT 2015 008SOBRE EL ERROR BOG OCT 2015 009SOBRE EL ERROR BOG OCT 2015 010SOBRE EL ERROR BOG OCT 2015 011SOBRE EL ERROR BOG OCT 2015 012SOBRE EL ERROR BOG OCT 2015 013