about

HAYMANOT HONELGN

about

Il tema che ho scelto è semplice e profondo al tempo stesso: presenta il concetto di distanza temporale. Ciò che mi interessa è vedere come trascorrono le attività in un breve lasso di tempo, rallentare le azioni quotidiane e gli avvenimenti della vita per permettere all’osservatore di esaminare i movimenti, i passi, l’armonia e il caos in cui siamo intrappolati. Attenzione. C’è sempre un movimento misurabile in metri per ogni ticchettio dell’orologio del tempo. Una candela che brucia. Qualcuno che si veste per andare al lavoro. Una ragazza che scrive sul diario. La polvere spazzata dal pavimento. Una scrivania costruita con pezzi di legno. Queste attività sono intrinsecamente diverse l’una dall’altra, eppure sono tutte permeate dal concetto secondo cui ogni cosa richiede tempo per essere realizzata e per procedere sulla linea dell’efficacia, dall’inizio alla fine. Tutte queste operazioni avvengono in un dato luogo e con il passare dei singoli istanti alcune azioni e attività produttive determinano inevitabilmente cambiamenti, vantaggi, valore e utilità. La mia arte pone l’accento sulle attività quotidiane, sulle persone, le storie e le esperienze nella frenetica vita di Addis Abeba. È una celebrazione di ciò che l’umanità può fare in una data epoca, in un dato tempo e un dato luogo. È una celebrazione della bellezza e della casualità quotidiana e racconta come essere in un punto del tempo equivale né più né meno a essere in un punto dello spazio.

about

The theme I have chosen is simple yet profound, it shows the time distance concept. My focus is on how activities elapse in a short time. I want to slow routines and life occurrences for the audience to examine the motions, steps, harmony and chaos that we are entangled in. Notice. There is always a movement in distance per meter for a ticking in the seconds of time. A candle burns out. A fellow dresses to go to work. A student completes her journal. Dirt is mopped off the floor. A cabinet desk is made of out wood parts. All these undertakings are different by their very nature, however one permeating concept is that we need time to get things done and move them along on the line of efficacy from start to end. All these activities take place in a certain location and as increments of time moves on, certain tasks and productive undertakings bring inevitable change, usefulness, worth and utility. My art puts emphasis on daily activities, people, stories and experiences in the fast paced Addis Ababa life. It is a celebration of what humanity can do in a given epoch, time and place. It is a celebration of everyday beauty, everyday happenstance and a telling of how to be somewhere in time and in place are one and the same.